Archivi categoria: Ricette Di Base

I Biscotti per Babbo Natale – Cookies

Qualcuno ha parlato di biscotti di Natale, per caso? Ora che le feste si avvicinano e il tempo continua a peggiorare, non c’è niente di meglio di un plaid, un divano, qualche dolcetto, un té allo zenzero ed un bel film: tempo di Natale, quindi tempo di film di Natale. E tanto per rimanere in tema di dolci, in ogni film natalizio americano che si rispetti non può mancare il solito bambino o bambina che lascia lo spuntino per il povero, affaticato, Santa Claus. Lo spuntino consiste al 99% dei casi in un piatto di biscotti ed un bicchiere di latte 🙂

Continua a leggere questo post sul mio nuovo blog (mi sono trasferita!):

Annunci

Il Danubio – Non Soltanto Un Fiume

cucina tradizionale campana in omaggio al Fabri, che oggi compie ben 25 anni! Auguriii!!!

Danubio by Fudgella

Sto per aprirvi il mio cuore, badate bene. Se ho scelto di rivelarvi uno dei miei cavalli di battaglia, beh allora vuol dire che ve lo meritate sul serio, miei piccoli lettori 🙂 . Aprite i vostri quadernini di appunti culinari e scrivete, in bella grafia e con una penna rossa o un Uniposca dorato (ancora meglio) “ricetta del Danubio“. Va bene, ve lo concedo, la sto facendo un po’ lunga e voi magari non sapete neanche cos’è il Danubio.

Continua a leggere il post sul mio nuovo blog…

Decora l’Albero Con i Biscotti Di Natale

From MarthaStewartLiving.com

Quella di decorare l’albero di Natale con i biscotti è un’idea carina, soprattutto se avete dei bambini e siete dotate/i della pazienza necessaria per coinvolgerli nelle operazioni. Io partirei senz’altro dalla pasta base degli sugar cookies di Martha, perché si conserva benissimo e si ottengono ottimi risultati:

· 660g di farina

· 1 cucchiaino scarso di sale

· ¾ di bustina di lievito vanigliato

· 340g di burro morbido, a temperatura ambiente

· 600g di zucchero

· 3 uova

· Brandy o altro liquore a piacere (es. Cointreau)

· Estratto di vaniglia

Mescolate insieme farina, sale e lievito; tenete da parte. Con un frullino elettrico sbattete il burro e lo zucchero insieme, fino a creare un composto liscio e cremoso; aggiungete il misto-farina e sbattete bene finché non risulta ben amalgamato. Sempre tenendo acceso il frullino, unite le uova, il liquore e l’estratto di vaniglia. Mescolate ancora finché non avrete un composto ben omogeneo.

A questo punto, trasferite l’impasto su una superficie piana, dividetelo in due parti e avvolgete ognuna nella pellicola trasparente: se prevedete di usare subito la pasta, dovrete prima tenerla in frigorifero per almeno un’ora. Se invece pensate di usarla in seguito, si conserva in freezer per circa un mese e mezzo: prima di metterla in freezer, assicurate la pasta con molta pellicola trasparente e fatela raffreddare in frigorifero.

Ritagliate la pasta, che avrete steso su un piano infarinato ad un’altezza di circa 0.5 cm, con le formine che preferite: cuocete i biscotti in forno caldo a 180° e fateli raffreddare su una griglia prima di decorarli.

Preparate la glassa per decorarli con 225g di zucchero a velo e l’albume di un uovo abbastanza grande: frullate con il solito frullino elettrico e aggiungete 100ml di acqua, variando la dose a seconda che vogliate una glassa più spessa o più fluida. Potete colorarla con qualche goccia di colorante alimentare.

e se i biscotti dovessero venire troppo buoni e dovessero accidentalmente finire prima ancora di attaccarlo all’albero, c’è sempre il vecchio taglia&cuci… 😉

Le Crostatine Ine Ine Ine

Un paio di settimane fa ho comprato questa interessantissima tavoletta all’Esselunga:

per cui ho colto la palla al balzo e ci ho fatto queste, come da oggetto, Crostatine Ine Ine. Su suggerimento ufficiale del Ciarla (e poi non dire che non ti do mai retta 😀 ), ripieno composto da ricotta montata con zucchero e uova più pezzetti di questa meravigliosa cioccolata al latte con mandorle caramellate. Non mi chiedete le dosi, le ho fatte a occhio e non mi ricordo più! Però mi ricordo che ho fatto la pastafrolla con 1 uovo solo e mooolta cannella… scusate! 😀 Continua a leggere

Pumpkin Pie – Planning Ahead

Tutti gli anni, l’orto del mio babbo sforna delle bellissime zucche, che mi ripropongo di usare per fare delle torte e che inevitabilmente vengono adoperate in altri modi… ma quest’anno non mi coglieranno impreparata!

Questo sarà l’anno della mia prima torta di zucca!

Continua a leggere

Ingenuamente… Crostata dell’Acquazzone

Questo blog si è trasferito! Continua a leggere l’articolo, clicca qui!

BBQ Queen

Questo titolo è dovuto al fatto che, durante quest’estate, ho già fatto fuori quattro ignari polletti alla brace… e oramai questo piatto è definitivamente assurto nel mio olimpo culinario personale! Se per caso l’idea vi ispira e avete voglia di cimentarvi nella tecnica di cottura più primordiale e testosteronica che esista, Steven Raichlen ha un sacco di ricette e tecniche in serbo per voi! Non per niente ha scritto The BBQ Bible… 😀 !

(ANSA) – ROMA, 6 AGO – Con oltre 24 milioni di grigliate estive gli italiani si collocano al quinto posto nella classifica mondiale degli amanti del barbecue. Cucinare la carne alla brace e’ un’attivita’ che coinvolge il 38% della popolazione. E’ quanto afferma una stima della Confederazione italiana agricoltori (Cia), precisando che questa estate ammontera’ a 8 kg il consumo medio pro-capite di carne per famiglia-tipo. Regina dei barbecue nostrani e’ la carne suina (42%), seguita da manzo (38%) e pollame (15%).